In questo post vediamo come applicare un effetto lomo di tipo “infrared” ad un’immagine utilizzando il programma open source DarkTable. In questa tipologia di fotografie la caratteristica più evidente è la sostituzione del colore verde con il rosso, che si può ottenere in vari modi benché con risultati non sovrapponibili e talvolta gravati da artefatti poco piacevoli.
Prendiamo ancora come esempio la fotografia di Tomislav Alajbeg (via Freeimages.com).
Un primo metodo è simile a quello utilizzato in RawTherapee. Partiamo quindi applicando una miscelazione canali, i cui valori sono identici a quelli mostrati nell’altro post (con la sola differenza che in DarkTable la scala è 0-1 anziché 0-100%). In Darktable non abbiamo l’equalizzatore HSV e la regolazione delle zone di colore non da gli stessi risultati. È tuttavia possibile utilizzare istanze multiple di uno stesso filtro, pertanto possiamo applicare un secondo miscelatore e regolare ulteriormente la tonalità delle varie parti dell’immagine. Vignettatura e curva di tono (L, ed eventualmente a e b) completano l’elaborazione.

1249667_91090827

Le differenze tra Darktable e Rawtherapee in alcuni casi sono notevoli. Blending, maschere parametriche, grana ISO, ecc… consentono di ottenere risultati molto diversi e interessanti. Una variante dell’immagine sopra è la seguente:

1249667_91090827_01

Ovviamente gli stili proposti non sono universali ma devono essere ulteriormente regolati adattandoli alla particolare immagine che stiamo elaborando, avendo questa peculiari caratteristiche che la differenziano dalle altre. In alcuni casi il metodo proposto sopra infatti determina risultati inaccettabili (soprattutto con il colore della pelle). Un sistema di elaborazione alternativo fa uso della divisione dei toni (TD) e può risultare più indicato. L’esempio è la foto seguente (Photo Credit: MissMessie via Compfight cc).

4585043945_3539e05a44_o_01 4585043945_3539e05a44_o

Prendiamo in considerazione una nuova fotografia (Belovodchenko, A., Young girl dancing happy in a field, via freeimages.com).

1386580_82527430

Confrontando i vari metodi (MCV, infrared, TD) ci rendiamo conto di come ogni immagine risponde in maniera differente (si noti ad esempio il risultato sulla superficie dell’acqua):

1386580_82527430-mcv 1386580_82527430-infra 1386580_82527430-td

1249667_91090827-mcv 1249667_91090827-infrared 1249667_91090827-td

Da considerare anche la possibilità di combinare la divisione dei toni al solo colore verde attraverso la maschera parametrica (stile TDpar). In questo modo il blu viene mantenuto inalterato (es cielo e superficie dell’acqua) e regolabile separatamente dal verde.

1386580_82527430-tdpar 1249667_91090827-tdpar

Downloads: