Tema per Tumblr: “Altralib” v.3

Scritto da chlnx @altragraph 14 luglio 2016

È giunto il momento di mandare in pensione il vecchio tema e di pubblicarne una nuova versione, mantenendo le parti buone, che ce ne sono, e modificando tutto il resto.
Un layout responsivo, in modo da potersi svincolare dal tema mobile fornito da Tumblr, e altri miglioramenti che sono stati introdotti nel tempo ma rimasti all’interno delle varie versioni di prova che si sono succedute.
Chi è interessato può seguire questo post, aggiornato periodicamente.

—— update: 20160714 ——

Show Social, Facebook URL (Twitter, Google+, ecc.): Abilita il box (widget) con i links alle reti sociali (indicare l’url) ed ai feeds RSS.
Banner (1,2), Banner Title, Banner Link: Consente di specificare un’immagine, di attribuire a questa un nome (titolo) e di associarvi un link.

—— update: 20160630 ——

Show Latest Tweets, Tweets to show: Se il blog è associato ad un account Twitter è possibile mostrare un widget con gli ultimi tweets pubblicati e specificarne il numero.

—— update: 20160628 ——

Widget (Title, Code): Titolo (visualizzato nella sidebar) e codice relativo ad un widget. Un possibile utilizzo è quello di mostrare dei link tratti da un feed RSS.
Tumblr API Key, Tumblr UsernameRecent Posts Limit: Queste tre opzioni controllano il widget che mostra gli ultimi post di testo pubblicati. È necessario ottenere una chiave API.

—— update: 20160530 ——

Bing Webmaster ID: ID per il monitoraggio.
OpenGraph Logo: immagine utilizzata per le proprietà OpneGraph e dati strutturati.
Blog Author: autore dei post. Utile per i microdati. Anche se vi sono più autori conviene attribuire i post al blog.
Disqus Shortname: sistema dei commenti Disqus

—— update: 20160529 ——

Backround Image: è possibile utilizzare un immagine di sfondo.
Header Image: è possibile specificare un’immagine per la testata.
Body background: è il colore di sfondo quando non viene specificata un’immagine di sfondo.
Header – Top, Main, Bottom: la testata è su tre righe. La prima e l’ultima sono delle navbar (barre di navigazione o menu), quella centrale contiene il titolo del blog e altri elementi. E’ possibile specificare un colore diverso per ciascuna.
Header – TopNav, Text, BottomNav: è qui possibile specificare il colore di testo e links (compreso l’effetto hover) per ciascuna delle tre sezioni in cui è suddivisa la testata.
Header Text Shadow: opzione che applica un effetto “text-shadow” al testo della riga centrale della testata. Può essere utile per migliorarne la visibilità quando si utilizza un’immagine di sfondo.
Header Bottom Padding (px): inserire il valore numerico (pixel). Consente di variare l’altezza della riga centrale della testata. Utile quando si usa un’immagine di sfondo e si desideri regolarne l’altezza.
Overlay: consente di applicare un effetto overlay allo sfondo variabile dallo 0% (nessun effetto) al 90% (molto scuro).
HTML Language Code
:  opzione testuale che consente di definire la lingua utilizzata dalla pagina web. È necessario inserire il codice relativo.
Main Keywords: il tag meta keywords non ha molto valore e se mal utilizzato può risultare controproducente. È comunque possibile specificare alcune parole chiave per la home page, da scegliere con cura e in numero limitato. Inserire testo separato da virgola.
Use Tag Keywords: stesso discorso applicato ai permalinks. Se l’opzione è abilitata i tag vengono utilizzati come keywords. In questo caso è necessario sceglierli con estrema cura.
Google Analytics ID: ID per il monitoraggio.
Tagline: nella testata è possibile mostrare uno slogan o una citazione.

 

WordPress: note in ordine sparso

Scritto da chlnx @altragraph 21 giugno 2016

Abilitare l’upload di files SVG (functions.php)

 

Qualche aggiornamento (si fa per dire)

Scritto da chlnx @altragraph 14 ottobre 2015

Prima di riprendere ad aggiornare il blog con qualche novità l’invito è di visitare il microblog su Tumblr: http://tumblelog.altragraph.com/
Troverete argomenti che verranno sviluppati in maniera più estesa su questo spazio non appena vi sarà un po’ di tempo e che nel frattempo vengono postati in una sorta di anteprima.
E’ inoltre previsto un “repack” degli effetti per Darktable e Rawtherapee con l’introduzione di nuove elaborazioni in via di sviluppo.

HTML e CSS editors per Linux: Atom, Brackets, Bluefish e Geany

Scritto da chlnx @altragraph 26 giugno 2015

In Linux la disponibilità di editors che consentono di creare e modificare agevolmente documenti html e fogli di stile (Cascading Style Sheets o CSS) è piuttosto ampia. Quattro valide soluzioni sono rappresentate da AtomBrackets, Bluefish e Geany. Atom, Brackets e Bluefish presentano diverse funzioni utili allo sviluppo web; Geany è un po’ più essenziale.

Per installare Atom possiamo scaricare il pacchetto (.deb o .rpm) dal sito ufficiale: https://atom.io/

atom

(altro…)

Tema per Tumblr: “Altralib” v.2 (2015.06.25)

Scritto da chlnx @altragraph 25 giugno 2015

Giunto alla sua seconda versione, questo tema (ancora in sviluppo) ha dimostrato di rispondere bene quanto ad indicizzazione e riconoscimento dei dati strutturati da parte di Google.
Dal punto di vista grafico il tema è ampiamente e facilmente personalizzabile. Le opzioni sono diverse e, almeno per quanto riguarda la mia opinione — che riflette le necessità da soddisfare durante la creazione — tutte utili. E’ consigliabile attivare il Google+ ed inserire il “profile ID” che aiuta non poco nell’indicizzazione. Stesso discorso vale per il servizio AddThis, che consente di condividere gli articoli su molte piattaforme oltre a fornire statistiche sulla condivisione degli stessi. Se si desidera inserire un codice di monitoraggio aggiuntivo, come ad esempio quello di ShinyStat, si può farlo tramite il box “Footer Code”.

AltralibV2

Un esempio: http://chlnx.tumblr.com/

Su Tumblr alcuni tipi di post non hanno titolo (es. video, fotografie, audio, citazioni): è’ possibile scegliere se attivare la funzione “Tag Title” che consente di utilizzare i tag come titolo (è ovvio che in questo caso è bene scegliere con cura un solo tag o una sola frase da impostare come tag).

  • In questo aggiornamento è stata eliminata la funzione “Tag Title” (vedi testo sopra barrato).
  • Sono ancora presenti cinque spazi: tre banner e due code widget. Per quanto riguarda i “banner” (immagini associate a links nella sidebar) è possibile specificare il titolo, caricare l’immagine ed impostare il link; per quanto riguarda i widgets per il codice è possibile specificare il titolo ed inserire il codice della funzione che si vuol aggiungere alla sidebar.
  • Sono stati introdotti cinque “custom link” per realizzare una sorta di mini blogroll.
  • Vi è la possibilità di attivare un box relativo ai post più recenti (di cui si può specificare il numero).
  • Il tema è stato adeguato in base alla nuova norma sui cookies (Cookie Law): si può attivare un top banner e specificarne il contenuto (con links).

Il tema presenta una struttura particolare con diversi accorgimenti relativi all’ottimizzazione SEO. E’ ovvio che trattandosi di Tumblr, per quanto riguarda il SEO, oltre un certo punto non si può andare (a meno di non acquistare un dominio con gestione DNS, soluzione che garantisce la massima indicizzazione).

(altro…)